La CRC fa 30 anni

La  Convenzione ONU sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza (Convention on the Rights of the Child – CRC) è stata adottata dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite il 20 novembre 1989, dopo quasi un decennio di lavori preparatori, ed è entrata in vigore, sul piano internazionale, il 2 settembre del 1990. Quest’anno ricorrono quindi i 30 anni dall’adozione di questo testo che è ancora una guida efficace nelle politiche a sostegno dell’infanzia e dell’adolescenza per tutti i Paesi del mondo. Tanto che la CRC è lo strumento internazionale più ratificato: ne fanno parte 196 Paesi, cioè tutti i Paesi del mondo ad eccezione degli Stati Uniti (che l’hanno solo firmata nel 1995), raggiungendo così lo scopo di creare un insieme di garanzie minime a tutela delle persone di minore età nel mondo.

La CRC crea l’obbligo, in capo agli Stati contraenti, di uniformarsi alle disposizioni in essa contenute, specificatamente dedicate all’infanzia e all’adolescenza. La sua innovazione rivoluzionaria consiste nel racchiudere in un unico trattato l’intera gamma dei diritti civili politici, economici, sociali e culturali, e nel riconoscere il minore non soltanto come oggetto di tutela e assistenza, ma anche come soggetto di diritto, e quindi titolare di diritti in prima persona!

L’Italia l’ha ratificata e resa esecutiva con legge n. 176 del 27 maggio 1991.

Per celebrare i 30 anni della Convenzione e ricordare l’importanza che tutt’ora la Convenzione riveste per il sistema internazionale di tutela dell’infanzia e dell’adolescenza, sul sito del progetto FAMI ogni settimana verrà pubblicato uno dei 54 articoli che la compongono, cominciando dall’art. 1: 

Art. 1 CRC: Ai sensi della presente Convenzione si intende per fanciullo ogni essere umano avente un'età inferiore a diciott'anni, salvo se abbia raggiunto prima la maturità in virtù della legislazione applicabile. 

Le nostre ultime 3 notizie:

Pubblicato il terzo rapporto di monitoraggio sullo stato di attuazione del sistema della tutela volontaria

L’Autorità garante per l’infanzia e l’adolescenza ha portato a termine il terzo monitoraggio...

Secondo report sulle attività delle UOL presso gli “Sportelli Fami“

In continuità con il primo report  è proseguita l'attività di studio, analisi e sintesi, avviata nel...

Presentati i risultati del progetto di monitoraggio del sistema della tutela volontaria

Sono stati presentati questa mattina i primi risultati del progetto di monitoraggio del sistema...