Primo report sulle attività delle UOL presso gli “Sportelli Fami“

02-07-2020

 

Pubblicato il primo report elaborato dagli esperti del nucleo tecnico Fami, in cui si analizzano i profili degli operatori impegnati nelle attività e le aree tematiche sulle quali intervenire per rendere più efficace il sistema di tutela volontaria.

I dati, raccolti attraverso specifiche schede di rilevazione, indicano che tre utenti su quattro degli sportelli aperti su tutto il territorio nazionale sono tutori.  Circa la metà è sono venuti a conoscenza del progetto Fami autonomamente; solo nel 24,4%  è stato necessario svolgere una campagna di promozione e sensibilizzazione, di cui il 17, 8% veicolata dai tribunali per i minorenni e per il 5,3% da eventi rivolti agli attori del sistema di protezione dei minori stranieri non accompagnati.  Nel 35% dei casi è stata rilevante l’attività delle UOL svolta presso i tribunali per i minorenni.

Tra i motivi per cui i vari soggetti accedono agli sportelli FAMI, prevale la necessità di approfondire tematiche di carattere sociale, amministrativo-burocratico e giuridico del sistema di accoglienza e protezione dei minori stranieri non accompagnati.

A fornire assistenza presso gli sportelli, operatori con competenze sociali (più del 70%) e operatori con competenze giuridiche (20%). In alcuni casi (6,9 %) è stato necessario svolgere un lavoro congiunto tra l’operatore sociale e l’operatore legale della singola Unità Operativa Locale.

Tutti i dettagli nel documento allegato.

Le nostre ultime 3 notizie:

Interventi in favore dei tutori volontari

Pubblicato sulla “Gazzetta Ufficiale” n. 219 del 19 settembre 2022 il Decreto 8 agosto 2022 “...

Aggiornamento contatti territoriali

Con la Legge 47/2017, c.d Legge Zampa è stata istituita la figura del tutore volontario di minori...

Percorsi integrati di inserimento socio-lavorativo 

E’ stato pubblicato l'Avviso del Progetto Percorsi 4 per realizzare percorsi integrati di...